Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Una stampante 3D che permetterà di trasformare in oggetti i disegni tridimensionali degli alunni lasciando spazio alla fantasia per la realizzazione di progetti scolastici nuovi. Questa una delle novità proposte dalla scuola Bagnolini di Villa: “Dall’anno scolastico in corso

– si spiega dall'Istituto- professori e alunni dell’I.C. Bagnolini saranno immersi in un mondo informatico. L’arrivo e l’utilizzo di una stampante 3D, un corso per gli insegnanti sulla piattaforma Office 365 da usare in campo didattico e nuovi progetti attraverso l’uso di un hardware OpenSource per robotica e prototipazione, Arduino, nelle ore di Tecnologia sono solo l’inizio di un lungo percorso nella direzione di una scuola all’avanguardia, connessa con il mondo e informatica. La scuola di oggi non può infatti esimersi da avvicinare i ragazzi al mondo delle nuove tecnologie con uso consapevole e sicuro di queste ultime, attraverso percorsi didattici specifici per sviluppare senso critico e consapevolezza per un futuro sempre più volto all’utilizzo dell’informatica.

Il corso dedicato ai docenti si è svolto in Aula Magna per tutti gli ordini di scuola, infanzia, primaria e secondaria di primo grado, nella giornata di martedì 3 ottobre tenuto dal Prof. Francesco De Giuli. “L’uso della piattaforma può cambiare la didattica rendendo più facile la comunicazione con gli alunni e la condivisione, tramite la tecnologia cloud, di documenti, lezioni, appunti e materiale inerente a ciò che viene svolto a scuola. I ragazzi potranno lavorare in classe o a casa anche su computer o sui loro dispositivi e interagire tra di loro nei lavori di gruppo pur non trovandosi vicini fisicamente. Tutti i nostri alunni hanno infatti avuto in dotazione un account alla piattaforma che consentirà loro il pieno utilizzo dei più aggiornati software per l’editoria, il calcolo e la comunicazione in un ambiente controllato e sicuro. Si vuole puntare l’attenzione sulle competenze digitali facendo però estrema attenzione ai pericoli. La scuola avrà infatti a disposizione una rete intranet di Istituto in cui verranno creati blog e siti senza essere divulgati sulla grande rete” spiega il Prof. De Giuli. “Inoltre anche per gli insegnanti sarà utile poter comunicare tramite un sistema di messaggistica interna in gruppi già creati appositamente e condividere su un calendario virtuale gli impegni presi per le settimane e i mesi di scuola” aggiunge il Professore.

La stampante 3D invece permetterà di trasformare in oggetti i disegni tridimensionali degli alunni lasciando spazio alla fantasia per la realizzazione di progetti scolastici nuovi.

Infine attraverso Arduino esisteranno dei percorsi didattici che si articolano nei tre anni di scuola secondaria di primo grado e avvicinano gli alunni al coding e alla robotica sfruttando software diffusi dal MIT (Scratch). “Non si vogliono sviluppare le capacità fini a se stesse ma si tenta di avvicinare i ragazzi al pensiero computazionale, al problem solving e alla progettazione di soluzioni” ci spiegano dalla scuola.

Il tutto avviene all’interno del quadro della scuola delle competenze ma l’intento dell’I.C. Bagnolini è quello di dare agli alunni delle capacità spendibili nella loro vita di oggi e soprattutto di domani”.

LINK ALL'ARTICOLO PUBBLICATO SU OSSOLA24.IT